Le donne sono più intelligenti ?Facciamo chiarezza.

Prima di alzare vorrei evitare “polveroni inutili”.

Questo non è in alcun modo un articolo discriminatorio e non ci sono preferenze sia per il mondo maschile che per quello femminile e… indovina ? Se sei una bella persona, il tuo sesso non conta…

In diverse occasioni ci possiamo imbattere in discussioni, oppure in veri “combattimenti”  tra uomo e donna, perché il sesso opposto vuole avere ragione, e spesso, si accusa l’altro sesso affermando di essere inferiore in un modo o nell’altro.

è davvero cosi ? Dipende dal sesso la tua intelligenza ? Esistono delle posizioni privilegiate ?

No.

L’intelligenza non è dipesa dal sesso.




Non occorre un neurologo uscito da Harvard con il massimo dei voti per stabilire che la propria l’intelligenza dipendi dal sesso, forse ci sono delle “abilita” presenti in più individui di altri, ma il tuo sesso non incide assolutamente sul tuo quoziente intellettivo.

Perché le donne sono più intelligenti degl’uomini ?

Questa affermazione è di chi non ha potuto studiare a fondo le caratteristiche che sono presenti nella stragrande maggiornza del mondo femminile. Se ad esempio ti soffermassi su di una abilità presente in molte donne, noteresti che esse a differenza di molti uomini ( se non tutti) dispongono di una buona abilità ovvero il “multitasking”…

Riflettici per un momento…quando tua moglie ha già preparato la colazione mentre prepara lo zainetto dei ragazzi e noti persino che i letti sono già “rifatti” mentre tu, sei ancora li a capire quale rasoio utilizzare per raderti…beh non stupirti è normale… loro dispongono di questa notevole abilità ovvero il multitasking. In fondo devono possederla dagli inizi dei tempi per la difesa della prole e del resto della famiglia, mentre pensavano ai loro figli avevano bisogno di difendersi da pericoli o persino da attacchi di predatori, se non avessero avuto questa abilità per tutta la famiglia sarebbe finita “male”.

Esseri emotivi 

“le donne comunicano con le sensazioni”

Cit. Stefano Pacilli.

Si questo aforisma è il mio 🙂 sono un filosofo nato non è vero ? Comunque diverse esperienze mi hanno condotto a pensarla in questo modo…con una donna riesci a comunicare meglio emotivamente che con le parole e questo le rende migliori.

A dirla tutta, ho conosciuto diverse donne e da molte di esse ho avuto la certezza che siano esseri  emotivi e ricchi di emozioni…questo ingigantisce il loro valore e migliora il proprio essere in diversi aspetti.

Le donne ne sanno una più del diavolo.




Questa è una vecchia “storiella” che in molti di noi ci è stata insegnata sin dai banchi di scuola. Le donne devono avere un quoziente intellettivo in grado di progettare e operare più velocemente dell’uomo per le stesse cause citate in precedenza, ma ricordiamoci che si parla pur sempre di abilità…nient’altro.

Non è vero che dal sesso si può definire la propria stupidità o intelligenza.

Non vorrei soffermarmi su questi concetti ma le persone “piccole”, ovvero coloro che non hanno alcun grado culturale, e che non vogliono destinare le proprie energie per un miglioramento personale di alcun tipo, sono abituate a “puntare il dito” contro l’altro sesso, in modo tale da poter “infangare” la propria inutilità (almeno pensano di farlo) nel mondo. Il tuo sesso non ti può permettere di giudicare il sesso opposto.

Per migliorare il tuo quoziente intellettivo non hai bisogno di apparati femminili o maschili, ma quello di cui hai bisogno sono ben altre esperienze di vita scientificamente testate e approvate (in alcuni casi).

Le tue abilità più ulteriori miglioramenti.

Per mia fortuna in questa vita sono stato circondato da donne davvero “ingamba”, ho conosciuto milionari che si sono fatti da se, donne in bikini superare limiti da “capo giro”, e filosofi che hanno saputo spiegare in modo egregio dei concetti sulla vita che mai e poi mai avrei intuito da solo. L’intelligenza può svilupparsi in base al tuo vissuto e in base alle azioni intraprese nella tua esistenza.

Se hai l’abitudine di essere curioso e di capire come funzionano determinati concetti  allora il tuo quoziente intellettivo potrà svilupparsi .

Se visiti il mondo per scoprire antiche civiltà, la tua mente potrà acquisire le diverse culture e di conseguenza tu potrai definirti più intelligente di quando sei partito. Se sei un accanito lettore potrai capire concetti estranei di chi non legge, e se imparerai nuovi mestieri migliorerai la tua intelligenza pratica.

Ognuno di noi ha delle abilità, c’é chi è nato abile con gli scacchi, chi possiede più forza fisica, o chi dispone di doti di calcolo che facciano rabbrividire un docente di algebra. Il tuo sesso non può definire la tua intelligenza e avere degli organi riproduttivi al posto di altri non ti può permettere di elogiarti o di farti salire su di un “piedistallo”.

Per concludere.




Non bisognerebbe mai definirsi intelligenti o “arrivati”… non bisognerebbe discriminare una persona in base al suo sesso o peggio se addirittura non la si conosce per bene ( e per bene intendo proprio per bene) bisognerebbe coltivare più esperienze possibili, bisognerebbe essere più curiosi possibili, bisognerebbe avere sempre una voglia “frenetica” d’imparare e di agire.

Forse in questo modo potremmo sentirci ( e non definirsi) persone migliori e potremmo abbandonare una volta per tutte gli stupidi stereotipi e le vecchie credenze.

Cara donna, caro uomo, e caro scrittore di questo umile blog, iniziamo con il migliorarci…siamo sempre curiosi e manteniamo “ardente” questa fiamma del voler imparare.

Non sprechiamo il tempo visto che lo stesso è limitato e puntiamo ad un miglioramento costante.

Grazie…

Prima di lasciarci ti consiglio la lettura di ulteriori miei articoli:

Come essere motivati sempre o quasi.

Neavy Seal cosa possiamo imparare da loro ?

Amore.passione.sicurezza.

 

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.