Conviene aprire un sito o un blog oggi ?

Conviene aprire un sito internet oggi ?

Converrebbe di questi tempi  aprire un blog ?

Oggi abbiamo il “sopravvento” dei social… si ne siamo tutti consapevoli… basta fare un giro sul web e noteremo YouTuber da milioni di visualizzazioni, Influencer da milioni di adepti, e pagine facebook con milioni di like.

Ora, la domanda ( o meglio le domande) sorgono spontanee.




Sono in pochi coloro che navigano alla ricerca di un buon blog dove poter recuperare ottime informazioni, oppure no ?

I social rimaranno sempre al posto numero 1 della navigazione on line ?

Partiamo subito dicendo che…

Se fossi in te, non confonderei un social network, con un blog o sito internet. Se nel caso tu volessi avviare il tuo sito personale , lo stesso, rappresenterà te o magari la tua professionalità o il tuo brand. Non esistono altre persone o altre distrazioni, e sul tuo blog (oppure sito internet) sarà raffigurata la tua immagine, oppure il tuo brand… qualsiasi esso sia.

Non dovrai rispettare regolamenti rigidi sul tuo portale, si certo dovrai rispettare sempre un etica e rispettare (sotto qualsiasi aspetto) i tuoi visitatori. Ma nonostante questo, puoi sentirti libero di gestire il tutto come più ti aggrada e ottenere di conseguenza più libertà di espressione e lavorativa. Su di un social dovrai comunque pubblicare il tutto rispettando il regolamento e potrai soffermarti solo sulla pubblicazione di  determinati  contenuti.

Il tuo blog… il tuo biglietto da visita.

Quando prenderai in seria considerazione l’idea di aprire un blog, non starai solamente aprendo il milionesimo portale sul web. Ma sarà la tua attività che aiuterà il prossimo ad ottenere un qualsiasi vantaggio in questa vita. Il blog, come il tuo sito, potranno descrivere le tue abilità offrendoti un valore aggiunto non indifferente, oltre questo, potrà essere preso come curriculum nel caso tu volessi trovare lavoro. Ricordati che il tuo blog sei tu, e il tuo blog descrive perfettamente che persona sei e quali sono le tue doti.

Forme infinite di monetizzazione.

Puoi recarti ora su di un social qualsiasi per scoprire che le fonti di denaro saranno associate sempre alla pubblicità, come ad esempio Adsense per YouTube, e qualche programma di affiliazione che può integrarsi con i social. Non per questo, molti “lavoratori” on line (come il sottoscritto) non utilizzano molto il social per monetizzare, ma utilizzano gli stessi come intermediari per portare più traffico possibile nei loro portali personali .

Marketing avanzato.

Quando non fai troppo affidamento ad una piattaforma esterna tipo un social network, puoi lavorare sul tuo portale e imporre le tue regole. Mi piace l’idea di creare qualcosa di personale perché i comportamenti dei vari social sono inaspettati e da un momento all’altro ci si può ritrovare con un account sospeso, senza capire realmente quali siano i capi di accusa ( mi é capitato personalmente).

Per non parlare di ulteriori piattaforme di vendita dove é possibile promuovere un bene fisico o digitale; in diversi casi si possono leggere alcune storie sul web dove alcuni account vengono chiusi della sera alla mattina e spesso, senza capire quale sia la reale causa.

Oltre questo, grazie alla creazione di un proprio portale si possono installare in completa autonomia i strumenti che si preferiscono. Utilizzare le tecniche più efficaci, un design personale e intuitivo. Con del lavoro si può creare un’attività vera e propria come piace a noi.




Per concludere.

Non sto assolutamente dicendo di abbandonare un social o qualsiasi altra piattaforma esterna che ti comporti  un ritorno economico, anche perché oggi ( almeno dal momento in cui sto scrivendo) queste piattaforme social e non solo ,hanno delle priorità e permettono di raggiungere un ingente quantitativo di traffico, sarebbe stupido non sfruttarli per promuovere un proprio bene o servizio, o per recuperare informazioni di vario tipo… il mio consiglio é comunque quello di creare una propria piattaforma oltre al comune utilizzo dei social, in modo da poter rimanere sempre al sicuro e promuovere qualsiasi cosa noi vogliamo.

Il tuo sito o blog rimane la tua attività che ti terrá al sicuro da diverse problematiche non strettamente correlate con i tuoi fallimenti, e dove potrai promuovere i tuoi prodotti con i mezzi che più ti piacciono.

Come sempre spero di essere stato utile e di averti chiarito le idee nel caso avessi ancora delle indecisioni sull’aprire o non aprire il tuo blog.

Prima di lasciarti vorrei consigliarti la lettura di questi miei articoli che potrebbero tornarti utili:

Come creare un blog partendo da zero.

Come creare un attività partendo da zero.

Come valutare un business on line + tabella.

L’importanza di un business plan.




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.