Come creare un attività partendo da zero

business on line

Oggi vediamo come creare un attività partendo da zero !

Il mio consiglio é quello di metterti comoda/comodo perché affronteremo questa tematica un passo allo volta, in modo da non commettere errori o meglio, cercare di evitarne di più  possibili… anche perché se un giorno vorrai fare questo “salto in avanti”, dovrai accettarti di farlo con la massima responsabilità e non farlo nei pressi di un “dirupo” con degli alligatori con denti aguzzi e sguardi impietosi.




Vedremo insieme quali sono i fattori che possono permettere di avviare un attività e cercheremo di capire cosa convenga davvero fare se ci si trova agli inizi e con poco budget a disposizione.

Innanzitutto sappi che non tutti  i business on line o off line sono validi… ne parlo dettagliatamente in questo mio articolo e ti consiglio di dargli una letta il prima possibile. Oltre questo, vorrei ricordarti che un vero business/attività che potrebbe funzionare oggi, e che di conseguenza potrebbe ottenere successo , sarà molto probabilmente un attività che risolva un determinato problema… un grande problema. Ma di questo ne parleremo in un secondo momento, oppure se vuoi approfondire “seduta stante” questi concetti, allora potrai farlo leggendo questo mio articolo.

Quale business intraprendere ?

Partiamo dal presupposto che qualsiasi sia la tua nuova idea imprenditoriale, dovrai fare alcuni calcoli improrogabili e di fondamentale importanza nel caso volessi davvero iniziare questa avventura.

Molti “calcoli” vorrei descriverteli in questo articolo, e sono sicuro che molte nozioni non verranno citate perché questo é un mondo cara lettrice/lettore che “mutua” continuamente. Comunque vorrei esporre i concetti base, e spero che ti aiutino ad ottenere ciò che tu vuoi realmente ottenere.

Richiesta di mercato.

Spesso sento parlare dalle persone della loro idea, e che la stessa  rivoluzionerà un qualche aspetto la vita del prossimo, a volte si percepisce un entusiasmo profondo da chi ha un idea e pensa realmente che possa sfondare” grazie alla medesima. In alcuni casi, queste persone “colgono il segno” alla stragrande, ma nella maggior parte dei casi (purtroppo) non riescono nell’intento e questo perché il mercato in quel momento non chiedeva il loro prodotto o servizio.  A volte le nostre idee sembrano ottime, ma dovranno pur sempre confrontarsi con la realtà e spesso la realtà non lascia scampo e “sotterra” senza scrupoli quell’idea.

Non puoi fare affidamento solo al fatto che la tua idea possa essere “geniale”, dovrai verificare se il mercato in quel preciso momento richiede davvero quel prodotto o servizio. Potrai svolgere alcune ricerche magari utilizzando google trends (tanto per farti un idea) e capire cosi se il mercato in quel preciso momento stia cercando il tuo prodotto o servizio.

Business Plan.

Il business plan é di fondamentale importanza (dal mio punto di vista) prima che tu avvii la tua attività imprenditoriale. Logicamente il business plan potrà tornarti utile per una serie di motivi, uno dei quali potrebbe essere capire ad esempio a quanto ammontano i tuoi costi contabili, o altre spese; potrebbe aiutarti a capire se la tua attività possa realmente funzionare e analizzare tutti i dati utili necessari per avviare un business.

A dire il vero il business plan ( se realizzato da un professionista) potrà offrirti moltissime informazioni che potranno aiutarti a non commettere errori.




Anche se non é da considerare come una “mappa del tesoro” che ci potrà aiutare ad evitare qualsiasi fallimento esso sarà (senza ombra di dubbio) molto utile per chiarirci le idee sul nostro futuro progetto imprenditoriale.

Ti invito ad approfondire questo tema per capirne realmente l’importanza:

L’importanza di un business plan.

Studiare la parte contabile.

Ti consiglio di studiare accuratamente la parte contabile. Dovrai approfondire le tecniche e i modi di tutti quei costi che non sono evitabili e che sono associati (purtroppo) alla tua attività.

Un ulteriore consiglio che voglio offrirti (e che io purtroppo ho appreso troppo tardi), é quello di prepararti per alleggerire il più possibile il carico fiscale. Potrai assumere un buon consulente, oppure affidarti ad un buon commercialista, e oggi per fortuna esistono diversi video corsi oppure libri che mirano al succo del concetto e ti faranno capire come poter risparmiare molto denaro in tasse rispettando sempre le leggi. Un libro interessante che ho letto tempo fa é

Pagare meno tasse si può.

Dovrai prepararti tu personalmente per la contabilità, perché non puoi immaginare in quante occasioni dovrai compiere delle azioni che  andranno ad influire sulla tua contabilità.

Oltre questo, vorrei ricordarti di non risparmiare in alcun caso, ne sulla realizzazione del business plan, ne sull’acquisto di una consulenza per alleggerire la “pressione fiscale”. Compera i libri di cui necessiti per fartene una cultura e poi procedi con la realizzazione della tua attività.

Trovare i fondi.

Questa procedura non può essere spiegata con un semplice articolo, e in questo caso sarà sintetizzata ai massimi livelli . Per chiedere denaro esistono diversi sistemi, uno potrebbe essere aprire una società di più persone e chiedere fondi a parenti, amici o investitori. Un altra ipotesi potrebbe essere quella di usufruire di un agevolazione a livello regionale oppure nazionale per nuove attività imprenditoriali. Sull’aspetto contributi, dovrai svolgere alcune ricerche utilizzando google, ce ne sono diverse e bisogna essere minuziosi sulla scelta. In ultima ipotesi esistono anche le banche, che possono aiutarti grazie al tuo business plan e finanziarti per  realizzare il tuo progetto .

Questo concetto ovvero il “come trovare i fondi” meriterebbe un articolo a parte, ma di cui ancora oggi non ho potuto creare per mancanza di informazioni e di ricerche.

Visto che potrebbe interessare alcuni lettori, ho deciso che a breve (dopo qualche ricerca) scriverò un articolo in merito, ma per il momento soffermiamoci su questi concetti.

Una volta che il vostro progetto sarà finanziato inizieranno le ore dure di lavoro.

Inizierai a lavorare nella tua nuova attività e l’inizio é duro per tutti. L’unico consiglio che posso offrirti é di occuparti dei compiti che portano a dei risultati notevoli e di delegare ulteriori compiti di minore importanza al tuo personale, oppure se lavori da solo di portarli a termine in un secondo momento. Io personalmente mi sono trovato molto bene nel mio lavoro nel non procrastinare e nell’impostare dei buoni obbiettivi… colgo l’occasione di consigliarti alcuni libri che potranno tornarti utile nell’impresa e in molti altri concetti utili.

Abitudini da un milioni di dollari

Ingoia il rospo




Cerca di stringere sin da subito ottimi affari .

Cerca di analizzare tutte le spese dell’azienda, e cerca di detrarle il più possibile per risparmiare e “guadagnare punti” sul bilancio. A volte si riescono a ottenere dei risultati notevoli in bilancio semplicemente con delle attente analisi. Dovrai scovare quali sono gli affari migliori e che ti possano far risparmiare sul lungo periodo.

Creare sin da subito rendite automatiche.

Focalizzati nel portare la tua azienda ad un livello in cui tu diventerai completamente inutile o non proprio essenziale. Cerca di trovare subito clienti che possano farti ottenere degli introiti in modo continuativo/automatico, se puoi, cerca di trovare venditori professionisti che sappiano come promuovere per bene i tuoi prodotti o servizi.

Sii minuzioso per qualsiasi punto.

Dovrai essere preciso e non lasciare nulla nell’intentato. Poniti degli obbiettivi e cerca di portarli a termine sempre, anche se ti costeranno qualche ora di lavoro in più e qualche sacrificio in più.

Se nel tuo caso vorresti creare semplicemente un extra…

Può anche darsi che tu non voglia iniziare col  “sommergerti di debiti”, oppure a rischiare grosso. Oggi on line esistono diversi vantaggi e diverse piattaforme che possono permetterti un extra anche se parti da zero, anche se non hai competenze e non hai denaro da investire.

Un ottima tecnica che consiglio sempre é quella di diventare un “commerciante on line” attualmente risulta essere una dei modi migliori dove non occorre aprire partita iva e non occorrono investimenti esosi per iniziare.

Detto questo ti mando un forte abbraccio e ti saluto!

Prima di lasciarci vorrei consigliarti alcuni miei articoli:

Come aumentare il valore della propria professionalità.

Come arricchirsi lentamente.

Come migliorare la propria condizione finanziaria gradualmente.

 

 



Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.