Peer to peer lending che cos’é? Di cosa si tratta ?

Forse “in giro per web” avrai notato qualche pubblicità sul “peer to peer lending”, oppure avrai notato che qualche blogger ha citato spesso questo sistema, ma forse non é stato ben chiaro nel spiegarti di cosa realmente si trattasse.

Oggi vorrei condividere con te quello che ho appreso in questi anni sul peer to peer lending, spero che queste informazioni ti delucidino accuratamente sul suo funzionamento e spero che potrai capire quali sono i reali vantaggi che potrai detrarre da tale sistema.




Non preoccuparti eh !

Non sarà necessario un genio della finanza per capire il suo funzionamento anche perché, devi sapere che questi sistemi sono stati creati per far in modo che tutti i movimenti finanziari svolti al loro interno non siano ostici ma di facile comprensione per chiunque voglia chiedere o cedere credito.

Comunque… andiamo a vedere step to step di cosa si tratta.

Che cos’é il peer to peer lending ?

Si tratta di un sistema di prestito tra privati. In ogni sistema del genere esiste un intermediario o società che controlla i dati dei potenziali investitori e dei creditori. Il funzionamento di tali sistemi risulta essere di facile comprensione per chiunque, infatti, lo svolgimento di questa operazione finanziaria può essere sintetizzata in questo modo:





Prestatori: sono coloro che cercano una piattaforma che possa trovare persone (richiedenti) che vogliano chiedere in prestito il loro denaro. I prestatori concedono il proprio denaro in cambio di un interesse come se fossero un vero e proprio istituto di credito.

Nota: Questo metodo per monetizzare sul proprio denaro é stato concepito da diversi istituti di credito tempo fa, e risulta essere molto remunerativo (in alcuni casi). In caso di investimento riuscito e concluso in profitto si possono generare dei guadagni in modo passivo, senza fare nulla e senza interventi particolari sul capitale.

Piattaforme: Sono le aziende che si occupano di trovare i richiedenti. Oltre questo, svolgono il lavoro minuzioso e emblematico di verificare dettagliatamente chi é l’utente finale, ovvero il richiedente. Il compito delle piattaforme é di trovare potenziali prestiti a prestatori e richiedenti, ma anche di fare in modo che i rischi in questi movimenti finanziari siano minimi.

Nota: La scelta di una piattaforma potrebbe essere determinante per un buon investimento.

Richiedenti: I richiedenti sono coloro che chiedono un prestito attraverso la piattaforma. Destinano i loro soldi a scopi privati, oppure per investimenti di vario genere tipo investimenti immobiliari, fondazioni di nuove aziende, e cosi via.

Come funziona il peer to peer lending ?

In parole povere il funzionamento lo avrai già potuto intuire ma approfondiremo ugualmente qualche aspetto. Un richiedente si affida ad una piattaforma per ottenere credito, svolge alcuni esami e invia diversi documenti per verificare se effettivamente risulta idoneo per ottenere il credito. Una volta che i test sono positivi potrà chiedere credito, cosi un prestatore che nota il suo annuncio ( o l’annuncio della piattaforma) può inviare il denaro e ogni mese o ogni giorno ( dipende da piattaforma a piattaforma) il prestatore riscuote il suo denaro investito inizialmente più un interesse sempre ceduto dal richiedente. La piattaforma in questione (spesso) richiede una commissione.

Nota:  Ogni piattaforma ha delle commissioni e delle tasse… leggi tutti i loro regolamenti prima di investire. In questo modo capirai quali sono i tuoi introiti e le tue spese.

Perché scegliere un sistema simile ?

Dalla parte del “richiedente” il sistema di richiesta fondi é semplice e veloce, sarebbe in grado di chiedere un prestito persino un bimbo di tre anni.





Oltre questo, a volte la richiesta del credito su una di queste piattaforme ha interessi più bassi di un comune istituto di credito. E per finire, la verifica dati viene svolta completamente on line.

Per quanto riguarda il finanziatore invece i motivi per utilizzare queste piattaforme sono molteplici. Può utilizzare autonomamente  un sistema sicuro per investire il proprio denaro e riscuotere buoni interessi. Con qualche click é in grado (da solo) di diversificare sul proprio capitale e molto altro ancora.

Considerazioni.

Il peer to peer lending sembrerebbe un buon metodo per diversificare sulle proprie finanze anche se potremmo associare a questa opportunità anche una percentuale di rischio che risulta essere presente in qualsiasi altro investimento esistente sulla faccia della terra. Potrebbe risultare un buon metodo per diversificare sul proprio capitale, specialmente per chi non ha dimestichezza con ulteriori sistemi di investimento tipo immobiliare o nei mercati finanziari ( a causa della sua semplicità ). Sembrerebbe ottimo per chi non vuole impegnare il proprio tempo ma vuole comunque ottenere un entrata aggiuntiva.

I motivi per chi  aderisce a sistemi di questo tipo sono molteplici e possono variare da persona a persona.

Conclusione.

Il peer to peer lending sembrerebbe davvero un ottimo metodo per “diversificare” sul proprio capitale. L’unico “lato negativo” ( se cosi lo vogliamo definire) é questa percentuale di rischio associata, ma comunque si potrebbe lavorare sempre mantenendo un controllo sulle proprie finanze e grazie a dei dati non mettere a repentaglio la propria condizione finanziaria.

Ti potrebbero interessare ulteriori articoli:

Gestione del denaro…impara a gestire al meglio le tue finanze.

Mintos: prestare denaro on line come se fossi una banca.

Bondora come prestare denaro on line e ottenere interessi.




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.