Come superare il momento cruciale prima di iniziare.

Ogni qual volta devi iniziare un lavoro parlare con una ragazza/ragazzo, oppure svolgere qualsiasi altra mansione…. preferiresti farti “sparare” piuttosto che agire per portarla a termine.

Oggi vorrei condividere con te una “pillola” che potrebbe farci riflettere sul “punto cruciale” di un vero lavoro da svolgere… si perché cara lettrice o lettore, devi sapere che spesso il difficile é iniziare un lavoro e non il lavoro in se per se.




È il lavoro che non inizia mai quello che richiede più tempo per essere terminato.”

J.R.R TOLKIEN J

Prima di iniziare a scrivere questo articolo, sono stato nel mio luogo preferito dove mi piace fare jogging… Sono rientrato con un leggero “senso di pigrizia” dopo la mia corsetta mattutina, quel senso che ci assale e ci fa credere grazie ad un “velo” di stanchezza che il nostro lavoro oggi é stato fatto e che potremmo rimandare a domani i nostri impegni…

Successivamente però é subentrata  la mia coscienza e in questo caso mi ha sussurrato le seguenti parole :

pigrone devi ancora terminare di scrivere il libro, girare un video, e scrivere quell’articolo “anti pigrizia” che hai pensato mentre stavi facendo jogging

Per chi se lo stesse chiedendo… si avete ragione… stavo rimandando (per pigrizia) un articolo contro la pigrizia stessa 🙂 questo articolo !

Per fortuna la mia coscienza ebbe la meglio, e allora mi misi subito dietro il mio pc, nell’intento di trovare la fase migliore per poter iniziare a scrivere un articolo.

In questo preciso momento ci troviamo nel bel mezzo del punto cruciale.

Quando tua mamma ti chiede di andargli a comprare il latte, tuo padre ti chiede gentilmente una mano per pulire il garage, e il tuo fratellino ti chiede di accompagnarlo con i suoi amichetti al parco, proprio in quel momento sembra ti stia “cascando il mondo addosso”.

Proprio nel momento in cui ci impongono un dovere o semplicemente una commissione, l’agire in quel preciso momento sembra impossibile e ( diciamocela tutta) proprio in quel momento sale persino un piccolo senso di nervoso/rabbia.

Ecco come superare il momento cruciale!

Spesso ( non voglio dire sempre) si “ingigantisce” quel lavoretto o quella commissione che ci viene affidata… spesso solo dopo aver svolto “a malincuore” quella commissione ci domandiamo a noi stessi… ma é tutto qui ?

La vera parte seccante che “scoccia” quasi tutti gli essere umani,  é solamente iniziare.

Si é vero che a volte subentra un senso di procrastinazione perché abbiamo lavorato tutto il giorno, oppure siamo particolarmente stanchi o scarichi di energie, ma questo può capitare ogni tanto, spesso é l’idea di iniziare un lavoro che ci stressa più del dovuto non il lavoro in se per se.

Un esempio di come il lavoro sembri difficoltoso ma non lo é.

A volte mi blocco davanti ai miei obbiettivi per paura che gli stessi siano difficoltosi oppure potenzialmente non raggiungibili.

Percepisco spesso questa sensazione quando di domenica o il lunedì mattina prendo il mio blocco con anelli dove scrivo tutte le cose che ho da fare.

p.s se vuoi sapere come gestisco i miei obbiettivi al meglio allora ti lascio alla visione questo video, ma mi raccomando non appena avrai terminato la visualizzazione torna alla lettura dell’articolo.

 

Mentre mi trovo dinanzi il “mio bloc notes” dove scrivo tutte le cose che ho da fare la mia penna biro   sembra non fermarsi mai… é davvero semplice scrivere le cose da fare una dopo l’altra, il difficile é sempre agire per portarle a termine 🙂




Quando ho terminato tutta la mia lista “mi preparo” per portare a termine tutti i miei compiti. Non ti nascondo che a volte alcuni compiti rimangono su quella lista per mesi e non perché sono particolarmente difficoltosi o impossibili da svolgere ma  perché, con la modalità di pensiero “lo faccio domani” quei compiti rimangono li per mesi. A volte quei stessi compiti sembrano  impegnativi e che mi richiedano tanto tempo, quando in realtà a volte si potrebbero svolgere in pochi minuti e con il minimo impegno.

Sono consapevole che “rimandando a domani io paghi un “prezzo alto”,  ma spesso “il famoso momento cruciale” riesce ad avere la meglio su di me (a volte).

Sto continuando a lavorare su me stesso per sorvolare “il momento cruciale” fino ad arrivare ad annientarlo definitivamente. Anche perché questo momento “orribile”, ci “blocca” letteralmente a portare a termine i nostri obbiettivi più ambiziosi, e di conseguenza ci blocca nel raggiungimento di un determinato successo.

Se Posso permettermi di offrirti dei piccoli consigli :

Ricordati che ogni qual volta vorrai fare esercizio fisico ma la vocina dentro di te ti dice “sarà faticoso” oppure “meglio Netflix o la Playstation 4″… tu azzittiscila subito e inizia a fare flessioni.

Ogni qual volta che ti “arriva un idea per un business, o per qualcos’altro tu voglia realizzare cerca di approfondirla di studiarla e svolgi le dovute indagini, solo cosi potrai capire se fa davvero al caso tuo, oppure non sarà degna di essere realizzata.

Ogni qual volta vorresti andare a parlare al ragazzo o alla ragazza che ti piace, agisci immediatamente e “attacca subito bottone”, male che vada ti dirà di no oppure ti dirà “gira alla larga”, ma a noi non frega un fico secco, in fin dei conti tanti no comportano ad un successo in un determinato ambito.

Azzittisci  quella vocina che ti “compare” magicamente in testa ogni qual volta vorrai fare qualcosa che potrebbe migliorare la tua vita o la vita di chi ti circonda.

Come sempre spero di essere stato utile con la condivisione di queste informazioni. Ma la nostra crescita non termina qui, ho a disposizione ulteriori articoli che mi sono tornati immensamente utili, ti consiglio di dargli una letta e sopratutto di mettere in pratica quanto abbiamo appreso.

Buona lettura e ricorda… Superare sempre quel momento CRUCIALE che dura solo pochi secondi.

 




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.