//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

C’é un genio in ognuno di noi ?

Per favore, prima di iniziare a leggere questo articolo non prendere quanto scritto come la solita tematica motivazionale che puoi trovare in qualsiasi angolo del web .

Qui non vorrei parlare di motivazione ma di un caso di studio che potrebbe associarsi alla tua persona, o ad altre persone che si trovano li fuori.

Nonostante io non sia uno scienziato o un neurologo, vorrei aprire comunque un piccolo “caso di studio” sulle tematiche di genialità che spesso sono presenti in alcuni esseri umani.




Possiamo constatare infatti che molte persone abbiamo come “delle capacità” di svolgere determinati lavori/compiti o detrarre alcune teorie con maggior facilita di chi dispone di ottimi titoli accademici, oppure di chi abbia riscosso nell’arco di una vita importanti titoli.

Prima di continuare con la lettura sappi che:

Non é tutta “farina del mio sacco”, ecco la vera fonte di questo articolo:

Ho trovato molto interessante alcuni documentari di Morgan Freeman, e uno in particolar modo che mi ha colpito é stato il documentario dal titolo: C’é un genio in ognuno di noi ( al termine dell’articolo ti lascio il link per vedere per intero il documentario)

Quindi da questo documentario ho potuto detrarre informazioni importanti e condividerle qui nel mio blog in modo che tu ne potessi beneficiare… spero di aver fatto cosa gradita.

Partiamo subito con alcune tematiche molto interessanti…

Sei un genio e non te ne sei reso conto.

Può anche darsi che tu… si proprio tu che ora stai leggendo questo articolo, sei un genio e non te ne sia reso conto.

Essere consapevoli di essere dei geni a volte é di difficile individuazione proprio per questo, molte persone vivono la propria esistenza con doti inespresse e capacità considerevoli che non sono mai state fatte “emergere”.

Un antico detto cita le seguenti parole:

Il luogo dove si possono trovare più idee é al cimitero.

Ho conosciuto alcune persone che nelle loro passioni o nei loro lavori, hanno mostrato un elevato “grado di genialità”, ci sono alcuni meccanici (tanto per fare un esempio) che riescono a risolvere dei problemi ostici in pochissimo tempo, capendo all’istante il problema dell’autovettura e detraendo immediatamente la soluzione lasciando a bocca aperta il cliente, esistono persone che sanno tenere dei discorsi in pubblico in modo tale da incantare un intera platea, e poi esiste chi é in grado di scrivere per giorni senza rimanere a corto di idee ( non é il mio caso purtroppo).

La scuola non determina il tuo grado di genialità 

Albert Einstein sapeva di quanto io stia dicendo il vero nella frase che hai appena letto .

La scuola con tutta la sua buona volontà non é in grado di scovare il genio in ognuno di noi, per farlo bisognerebbe studiare accuratamente ogni singolo individuo per capire con esattezza cosa esso adori fare oppure dove esso sia particolarmente portato.




In molti casi la scuola viene svolta come un obbligo credendo che la stessa possa garantire una sicurezza o un a stabilità economica per ogni singolo individuo. A parte che in base a statistiche o voci di corridoio non é affatto constatato che al termine degli studi si possa ottenere una buona professione, ne tantomeno una garanzia economica, ma comunque rimane il fatto che pur seguendo un indirizzo accademico eccelso  si abbiano delle probabilità che non si riesca comunque a far emergere le proprie doti.

Come poter risvegliare il genio che si trova in noi ?

Credo che per risvegliare il genio che c’é in noi, bisognerebbe trovare qualcosa che amiamo profondamente. Se il nostro hobby é creare siti web, allora dovremmo dedicare più tempo alla nostra passione e lavorarci costantemente per capire se un giorno possano cosi “emergere” dei risultati stupefacenti.

A volte una crescita sequenziale di genialità (termine assolutamente inventato dall’autore) non si crea da un giorno all’altro, a volte bisogna lavorare intensamente per far prendere forma  ai nostri progetti/idee, questo può costarci comunque un intenso studio, prove su prove, e fallimenti su fallimenti.

Il genio improvviso.

Ti consiglio di andare a visionare il documentario appena terminata la lettura di questo articolo ( link al termine dell’articolo)  e potrai notare che in molti casi le persone che hanno subito incidenti o traumi vari (non voglio adesso entrare nei dettagli) abbiano sviluppato delle doti fisiche o psichiche davvero ammirevoli. A volte una collisione può causare uno sviluppo del nostro quoziente intellettivo facendoci aumentare alcune abilità fisiche o psichiche… di certo non voglio augurarti alcun trauma o incidente di alcun tipo per migliorare una tua qualche abilità, ma voglio provare comunque a offrirti qualche consiglio che se intrapreso nel modo corretto può aiutarti a migliorare alcune tue facoltà mentali ( almeno ci proviamo).

Evoluzione.

Come detto in precedenza non bisogna augurarsi un incidente per sviluppare ne nostre capacità intellettive, oggi abbiamo la fortuna di poter sviluppare il nostro intelletto grazie ad un apprendimento sulla materia in cui voliamo eccellere, persino alcune abitudini come spiegato in questo mio articolo ( clicca qui per leggerlo) possono aiutarti a sviluppare alcune abilità.

Io ho alcuni pareri interessanti su questa teoria e  spero possano tornarti utili nel corso della tua esistenza, queste teorie sono racchiuse in un unico mio articolo e credo che valga la pena leggerlo:

Clicca qui per leggere l’articolo.

Per concludere…

Credo che bisognerebbe destinare del tempo alle proprie passioni e a ciò che amiamo profondamente e non ( come accade nella stragrande maggioranza dei casi) privarsene per poi riporle nel cassetto dei sogni irrealizzati.

Anche se le nostre idee potrebbero sembrarci apparentemente ridicole o non realizzabili bisognerebbe comunque lavorarci su e dedicarci le nostre energie.

Ti dico tutto questo perché se vorrai intraprendere un progetto che ami, avresti più probabilita di riscuotere successo e di far emergere cosi il “genio” che si cela in te.

Trovo che se stai lavorando su qualcosa che non ti piace, molto difficilmente potresti riscuotere buoni risultati a differenza di qualcosa che adori profondamente.

Prima di lasciarci voglio consigliarti alcuni libri che potrebbero interessarti:

https://amzn.to/31LDBKL 

e un altro ancora:

https://amzn.to/2pRhNjw

Se vuoi vedere il documentario:




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.