//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Prima di lasciare il tuo posto di lavoro. il primo articolo di una lunga serie.

Prima di lasciare il tuo posto di lavoro. il primo articolo di una lunga serie.

A volte la sete di “libertà” l’ingordigia e la nausea del posto fisso (che in Italia è sacro ma non sempre) posso spingerci ad eseguire azioni avventate che non portano ai benefici immaginati, sperando che solamente con una semplice azione si possa raggiungere in tempo breve la libertà finanziaria.

Dopo la lettura di alcuni libri motivazionali pensavo che lasciare il proprio lavoro e prendere iniziativa in qualsiasi business, poteva veramente portarmi ai risultati sperati, quando in realtà, non è affatto  cosi.

Ho notato persino che dei film tipo “the secret” e libri come attractor factor, avessero illuso un pò parte della popolazione, facendogli credere che qualsiasi cosa possa essere veramente “attratta” senza ostacoli e problemi e che la stessa, fosse alla portata di tutti; attenzione non sto dicendo che c’è del falso in tutto questo, ma sono anche cosciente che prima di attrarre della bontà nella nostra vita ci sono diverse prove… sbagli, insicurezze, problemi e tanti ostacoli i quali devono essere superati per far si che l’abbondanza venga a noi.

Come capire che il nostro posto di lavoro deve essere abbandonato ?

In molti pensano che il posto di lavoro non debba mai essere abbandonato, oppure che che debba essere immediatamente abbandonato, la realtà è che la soluzione a questo enigma si trova nel” mezzo” e nella piena consapevolezza.

Ho assistito ad alcuni casi in cui le persone, mandino avanti vere attività mentre le stesse, dovrebbero essere gestite dai propri titolari , ho notato che tante persone sono molto più caparbie, più abili e con una tecnica di vendita migliori dei loro stessi datori di lavoro, con la differenza che i loro datori (ingiustamente) guadagnino molto di più.

Perché questo ?

In genere perché il posto fisso è sacro ( come si sente spesso dire da checco zalone nel suo film ) perché si ha paura del cambiamento e perché a volte si ha paura di assumersi delle responsabilità.

Tutte queste paure, andrebbero affrontate e sconfitte perché ogni essere umano è in grado di farlo ( e di passare al livello successivo) e il posto fisso, in fin dei conti non è cosi sacro come si crede.

Prima di metterti in proprio….riesci a guadagnare 250 dollari ? 

Questa domanda è posta sul libro di Robert Kijosaki prima di lasciare il tuo posto di lavoro, quando l’autore consiglia di passare da dipendente a titolare d’impresa o investitore, fa riflettere il lettore con questa domanda e ora voglio che anche tu la legga e che risponda sinceramente:

riesci davvero a guadagnare 250 dollari senza che il tuo datore di lavoro te li dia ?

Se la risposta è si ,siamo “tanti passi avanti”, in caso contrario, bisogna lavorare su noi stessi e iniziare a leggere il libro di Robert che puoi acquistare da qui: http://amzn.to/2uV4FuV

Prima di passare alla stesura di un business plan, di avviare un attività per conto tuo, fai questo piccolo esperimento…” riusciresti davvero a guadagnare 250 dollari nel prossimo mese al di fuori del tuo lavoro”?

Come posso guadagnare 250 dollari al di fuori del mio lavoro il prossimo mese ? 

Di metodi oggi ce ne sono a migliaia, basta scegliere quello che più fa al caso nostro e iniziare a lavorarci su.

Ho dedicato a questo blog un area dove chiunque può iniziare a guadagnare on line grazie ad un pc, ti consiglio di dare un occhiata a questa pagina:

guadagnare subito

Nel caso invece, avessi dei prodotti ,oppure vuoi creare un prodotto tutto tuo, ti consiglio di scattare qualche bella foto e di iniziare a vendere i tuoi oggetti, magari su ebay;  sei agevolato sotto tanti aspetti e hai la fortuna con la lettura di questo blog di essere formato al meglio; ti consiglio la lettura di questi miei articoli dedicati ad ebay, possono tornarti immensamente utili:

http://stefanopacilli.net/2017/02/05/guadagnare-ebay-guida-apprendisti/

Ma non sempre di vendita di prodotti si tratta, a volte si prende in seria considerazione l’idea di avviare un attività che offra servizi e in quel caso, ti consiglio vivamente di cercare un buon network marketing, che ti dia la possibilità di vendere un servizio simile a quello che tu vorresti vendere in futuro.

Perché proprio il network marketing ?

Perché puoi gestire l’attività da casa tua, non hai costi onerosi di gestione, a volte si entra nel network  con qualche spicciolo e non hai rischi di fallimento ( a meno che il network stesso fallisca) e potrai crearti una struttura con delle persone che vendano per te il tuo stesso prodotto o servizio…dai, riflettici niente male.

Quando avrai deciso che strada prendere (e ce ne sono diverse oggi come oggi) , allora partirà la tua sfida e dovrai iniziare a guadagnare del denaro, una volta che ci sarai riuscito, potremmo passare al livello successivo.

Mentalità da dipendente vs mentalità da imprenditore.

Quello che ho imparato da quando sono nate le mie attività on line e off line è di sicuro la giusta mentalità da assumere. Ho notato (su me stesso) che sono cambiati (per non dire evoluti) alcuni pensieri e atteggiamenti che quando mi trovavo a fare il dipendente non avevo.

Ora qui di seguito, ti elenco alcuni aspetti che ritengo essenziali prima di procedere con la nostra attività.

Paranoia

Ora non voglio spaventarti dicendoti che devi diventare paranoico, oppure che io soffra di paranoia, quello che voglio dirti e che ogni buon imprenditore è sempre un pò paranoico (quel che basta) perché vuole sempre offrire servizi o prodotti migliori di quelli che già offre e allora, si domanda di continuo (con piccole paranoie), che cosa può offrire, come migliorare, cosa può aggiungere, cosa può togliere e altre mille paranoie, queste paranoie (buone) girano” di continuo nella testa di ogni buon imprenditore e spesso vanno ascoltate (senza esagerare).

Responsabilità.

Spesso non ci si vuole assumere delle responsabilità, eppure sono essenziali prima del grande passo in avanti. Dopo il libro di Robert ho scoperto che bisogna assumersi delle responsabilità, prima di migliorare le nostre finanze; è quasi impossibile diventare imprenditori ( e di conseguenza ricchi) senza assumersi le proprie responsabilità, immaginate di diventare già da domani titolare di un azienda, pensate che la stessa vada avanti senza il vostro aiuto ? Pensate che nessuno verrà a bussare alla vostra porta? Pensate che non emergeranno  problemi? se la risposta è affermativa c’è ancora molto da lavorare (su voi stessi) ma credo che non la pensiate cosi.

Il libro che tratta nel dettaglio queste tematiche: http://amzn.to/2uV4FuV

Intraprendenza 

Questo aspetto è più importante del vostro patrimonio attuale, del vostro stato attuale (qualsiasi esso sia) e di qualsiasi altra cosa si avvicini al voler mettersi in proprio oppure diventare ricchi. Essere intraprendenti è una dote essenziale per far “decollare” il nostro business; ho visto diversi business, ho sentito diverse idee, ho visto persone di ogni tipo mettersi in proprio, ma le persone che hanno ottenuto tanto dalle loro attività, sono le persone intraprendenti.

Formazione

Non passa mese in cui io investa in formazione, voglio formarmi, non solo per migliorare sempre di più la mia condizione economica, ma sopratutto per imparare e per migliorarmi ogni giorno che passa. Credo fortemente che la formazione sia necessaria prima di mettersi in proprio, come è necessario leggere questo libro:

Prima di lasciare il tuo posto di lavoro. 10 lezioni di vita reale che ogni imprenditore dovrebbe conoscere per fare un business multimilionario

sono pienamente convinto di tutto ciò, perché abbiamo da imparare dalle persone ricche nel caso noi fossimo poveri e dobbiamo studiarli in tutto e per tutto, bisogna capire dove investono, come investono, come risparmiano e tanto altro ancora.

Ricordiamoci che non tutti gli investimenti sono poi cosi meritevoli, ricordiamoci che alcuni investimenti anche se apparentemente ottimi, possono farci finire in una brutta situazione finanziaria,;

ecco perché è importante investire su se stessi e formarsi, in modo da dimezzare i rischi di fallimento.

Non trascurare la tua formazione, se vuoi capire come si “muove” il denaro, come migliorare le tue finanze e tanto altro, inizia ad acquistare libri, io ho un angolo del mio blog dedicato a questo, dove consiglio i libri che per me hanno fatto la differenza e che devono assolutamente essere letti:

http://stefanopacilli.net/formazione/

Ricordati che il denaro che investi su te stesso è per l’appunto investito e non speso; fossi in te, rinuncerei a degli svaghi ma investirei su me stesso di continuo.

Ultimamente, ho acquistato un corso di formazione dal prezzo di 1.300 € e alcuni miei amici (poveri) hanno pensato che fossi matto, altri miei amici (ricchi) si sono complimentati con me.

Hai capito qual è la differenza? Non rinunciare ad investire su te stesso, formati e investi del denaro sulla tua formazione.

nella vita se non ti formi ti fermi !

Aggiornamento

Ho conosciuto persone che hanno avuto la prontezza di iscriversi ad un corso di formazione, oppure di leggere un libro, dopo che lo hanno fatto, non si sono più preoccupati più di formarsi…non è cosi che funziona, la formazione, la tecnologia e la comunicazione, vanno avanti e quindi per te e per le tue finanze, la formazione deve essere continua; anche se tu fossi un barman, ti consiglio con tutto me stesso di aggiornarti con nuovi libri sulle tue tematiche e di diventare migliore ogni giorno che passa.

Precisione 

Questo aspetto, sto cercando con tutte le mie forze di migliorarlo ogni giorno che passa, la precisione (sopratutto nel ramo della  contabilità) è essenziale per un ottima riuscita della nostra attività; non dico che è l’unico elemento che scaturisca una vincita economica ma ha la sua fondamentale importanza. Dovrai essere preciso con la tua attività, sopratutto nell’ambito degli obbiettivi e della contabilità.

Agire 

Non mi dire che sono banale con questa affermazione!

Ho conosciuto tantissime persone (io ero una di quelle) che si formavano di continuo, leggevano di continuo, frequentavano corsi di continuo, ma non agivano mai!

Errore madornale, una volta che hai le basi e qualche idea, agisci immediatamente, non rimandare mai, poniti degl’ obbiettivi (in ordine di importanza) e inizia a lavorare da ADESSO!

Termine del primo articolo.

Ne avrei davvero tante da dire su queste tematiche, ma per il momento ci fermiamo qui.

Non posso affermare che questo articolo sia l’unico, perché ce ne saranno altri che “gireranno attorno a queste tematiche.

Non perderti i futuri articoli !

Per rimanere aggiornato non devi far altro che seguirmi e iscriverti sulla barra che compare qui sopra.

Un grande saluto.

Prima di darti ulteriori informazioni "fichissime", ti andrebbe di condividere questo articolo ? A te non costa assolutamente nulla a me dai una mano per farmi conoscere 🙂 grazieShare on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share

2 Comments

  1. Paolo94

    Fondamentale, la lettura attenta di questo libro pu evitarti di schiantare il tuo investimento quando affronti il moderno e difficile mondo dell’imprenditoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Iscriviti